PAOLINO
Dizionario Genovese Agricolo contadino
Diçionâio Zeneize Agricolo contadìn


Risultato ricerca:
93 parole tradotte che iniziano con g

gabbana =
vedi gabbano

gabbano (attr.) = cabàn, chìrie
specie di veste (oggi da lavoro) usata da contadini per ripararsi dal freddo o dalla pioggia; soprabito ampio, aperto sul davanti, con maniche e talora con cappuccio.
prov. L'ægoa menûa a l’inganna o vilàn, pâ ch'a no bagne e a ghe passa o cabàn (La pioggia minuta inganna il villano, sembra che non bagni e gli passa il gabbano)

gabbia (attr.) = gàggia; pl. gàgge
bachétti (gretole, vimini o fili di ferro che formano la gabbia); vêzi (posatoi o saltatoi: bacchette orizz. dove si posano gli uccelli); cantiêta (beccatoio); copetìn (beverino); portelétto (sportello della g.); g. a canpanìn (g. a cupola)

gabbia da fieno (attr.) = gagión
gabbione (attr.) = gagión; pl. gagioìn
grossa gabbia; cestone per l'erba o il fieno

gaggìa (bot.) = gazîa
Acacia farnesiana, famiglia delle Mimosaceae (o Fabaceae), originaria dell'America centrale e meridionale. È un arbusto deciduo con fusto alto fino a 6-7 metri, ha foglie bipennate provviste di stipole spinose, ha infiorescenze globose, di colore giallo-dorato, riunite all'ascella delle foglie, molto profumate; fiorisce verso la fine dell'estate


galaverna =
vedi calaverna

galla (bot.) = gàlla, cacàloa
rigonfiamento che si riscontra sulle foglie, sui rami e sulle radici di alcune piante in seguito a stimoli naturali o a punture d'insetti; figurativo vale infastidire, importunare.

galletto (anim.) = galétto
giovane gallo

gallina (anim.) = galìnn-a; pl. galìnn-e; // g. chi reciùmma (g. che muta, cambia le piume); g. chi ciòssa (g.covaticcia); g. padoànn-a (g.padovana, più grossa); g. d'India o faraonn-a (g.faraona)
prov. Galìnn-a vêgia fa bon bròddo (Gallina vecchia fa buon brodo); A primma galìnn-a a cantâ a l'à fæto l'êuvo (La prima gallina che schiamazza ha fatto l'uovo; il primo che cerca di scusarsi spesso è colpevole); Peâ a galìnn-a sensa fâla criâ (Pelare, spennare la g. senza farla gridare); M'é vegnûa a pelle de galìnn-a (Mi è venuta la pelle di g.: sensazione nel vedere cose orribili); Scrîve comme e galìnn-e (Scrivere come le galline, cioè malissimo)

gallina prataiola (anim.) = òtardìnn-a
Otis tetrax o fagianella, uccello non più grosso di un fagiano con becco grigio scuro

gallinaccia (anim.) = galinùssa
gallina vecchia o brutta

gallinaccio (anim.) = bibìn
tacchino

gallinaccio /2 (bot.) = galinétta
fungo

gallinaio (ter.) = galinâ
gallinella (anim.) = galinétta; // g. grîxa (voltolino); g. gròssa (g. acquatica); g. mezànn-a (forapaglie); galétto de marso (upupa)
gallo (anim.) = gàllo; // galétto (gallo giovane); capón (cappone); g. de montàgna (fagiano di monte)
gardenia (bot.) = gardénia
piante della famiglia delle Rubiaceae, comprende un numero molto grande di specie; i fiori sono grandi, bianchi o giallo pallido, spesso molto profumati

garofano (bot.) = ganéufano
pianta erbacea delle Cariofillacee (Dianthus caryophyllus)

gatta (anim.) = gàtta; // g. di cöi (verme verde che divora i cavoli); èrba g. (erba g.)
gattaria (bot.) = èrba gàtta
vedi erba gatta

gattina (anim.) = gattìnn-a, mignìnn-a
gattino (anim.) = gattìn, mignin;
prov. Fâ i gattìn (Fare i gattini, cioè vomitare)

gatto (anim.) = gàtto; mìgno // g. bardo (g.soriano); g. d'Àngoa (g.d'Angora); g. bîxo (g.bigio, grigio opaco); ronfâ (fare le fusa); g. maimon (g.mammone)
prov. Càzze in pê comme i gàtti (Cadere in piedi come i g.); Quande o gàtto o se spassa e oêge, veu dî che cêuve (Quando il g. si pulisce le orecchie, vuol dire che pioverà); Vende o acatâ un gàtto inte un sàcco (Vendere o comprare un g. in un sacco, dare o dire una cosa per un'altra a una persona senza che questa possa rendersene conto). De Andrè in Creuza de mâ, lo chiama lêvre de coppi (lepre di tegole)

gattone (anim.) = gattón
grosso gatto

gazza (anim.) = bèrta
uccello dei passeri, di color bianco e nero

geco (anim.) = scorpión
piccolo rettile. Scorpione in genovese si dice tàncoa (sf)

gelare (v.) = zeâ, ziâ, giasâ, agiasâ
gelata = gavèrna, galavèrna
freddo intenso con formazione di ghiaccio, anche sui rami degli alberi che si spezzano per il peso

gelido = freido, ziòu
gelo = zêo
gelso (bot.) = sèrsa; // morón o pansaòtto (mora di gelso); (pop) ægoa de s. (acqua di seltz)
Morus L. è un genere di piante della famiglia delle Moracee, originario dell'Asia

gelsomino (bot.) = giâsemìn; // g. de Spàgna (g. di Spagna o catalogno); g. sarvægo (g. selvatico: bianco, comune)
famiglia Oleaceae, arbusto che produce fiori bianchi profumati

geranio (bot.) = girànio
Pelargonium, originario dell'Africa meridionale

gerla (attr.) = gàggio
cesta in legno, vimini o viburno intrecciati a forma di tronco di cono rovesciato, aperta in alto, usata per trasportare materiali vari

germogliare (v.) = butâ, brotî
germoglio (bot.) = bròtto, béutto, zermóggio; nàscio (germoglio delle patate)
gheriglio (bot.) = gælo
la parte interna (morbida) della noce che si trova sotto il guscio ed è edibile

ghiacciaia (ter.) = giasêa
luogo dove conservare il ghiaccio; per simil. luogo o stanza freddissima

ghiacciare (v.) = giasâ; // giasâse (ghiacciarsi); giasòu (ghiacciato)
ghiacciato (ter.) = giasòu; // giasêa (ghiacciaia)
ghiaccio (ter.) = giàssa (sf), giàsso
ghianda (bot.) = giànda
frutto della quercia

ghiandaia (anim.) = gazànn-a
sorta di uccello

ghiandola = gandùggia
(voce del contado)

ghiro (anim.) =
roditore appartenente alla famiglia Gliridae, lungo circa 30 cm. di cui 13 (circa) di coda, pesa in media 100 gr.

giacinto (bot.) = giaçìnto
Hyacinthus genere di piante della famiglia delle Asparagaceae originario del Mediterraneo Orientale, dell'Asia minore e delle regioni tropicali africane. Comprende specie bulbose con numerose varietà dalle ricche infiorescenze coloratissime e profumate. Il nome del genere deriva dal personaggio mitologico Giacinto

giaggiolo (bot.) = èrba spâ
Noto anche come Iris. Piante rizomatose con foglie distiche, erette, in forma di sciabola, famiglia delle Iridaceae. Nome comune di 3 specie di Iris, molto simili fra loro, Iris germanica, Iris pallida e Iris fiorentina

gialappa (bot.) = scialàppa, xalàppa
Ipomoea purga, è una pianta perenne e rampicante che può raggiungere 2 mt d'altezza, originaria dell'America Latina. Da radici essiccate e semi si ottiene una purga (scialàppa). Il nome sciarappa deriva da una parola croata 'scirap' che significa acqua e vino.

giardiniera = giardinêa
la moglie del giardiniere

giardiniere = giardinê
giardino (ter.) = giardìn
gigaro chiaro (bot.) =
vedi aro

giglio (bot.) = lilìn
Lilium, genere di piante della famiglia Liliaceae, alte da 80 cm a 1 m, dotate di bulbo

ginepro (bot.) = zenéivio, ginêpro; pl. zenéivii
Juniperus, è un genere di piante delle Cupressaceae, con foglie aghiformi, produce bacche usate per ornamenti; ha proprietà benefiche su disturbi digestivi, malattie respiratorie e delle vie urinarie

ginestra (bot.) = ginèstra, zenèstra, scoîgo (sm)
Spartium junceum, nota anche come ginestra di Spagna, presenta fiori gialli odorosi (galétti da procesción). I rami vengono usati per legare come i giunchi; per mezzo della macerazione danno una materia filamentosa con cui fare grosse e forti tele


girabacchino =
vedi trapano da falegname

girasole (bot.) = giâsô
Helianthus annuus, pianta annuale originaria del Perù, fiorisce in estate

girino (anim.) = bageu
anfibio

giuggiola (bot.) = zìzoa
frutto prodotto dalla pianta del giuggiolo, il cui nome scientifico è Ziziphus jujuba, piccolo arbusto di provenienza asiatica

gladiolo (bot.) = baxadònne
Gladiolus communis, chiamato anche; erba spadina (Piemonte), spaderella (Toscana), spadacciola

glicine (bot.) = glìçine, glìcine
pianta rampicante, fiori profumati a grappolo viola o bianchi

gora (ter.) = ciûza, bêo
canale artificiale per portare acqua ai mulini o altra macchina mossa dalla forza dell'acqua

gramigna (bot.) = gramégna
erba delle Graminacee, infestante

granaglia (bot.) = granàggia
vedi granaglie

granaglie (bot.) = granàgge
nome generico di tutte le piante frumentacee, come grano, orzo, avena, mais, ecc.

granaio (attr.) = granâ
dove si ripone il grano

granata (attr.) = spasoîa
Scopa fatta con più mazzi di saggina legati insieme all'estremità di un bastone

grano (bot.) = gràn; // g. dûo (g.duro); g. ténio (g.tenero); batte o g. (battere il g.); prov. Tæra néigra fa bon g. (Terra nera fa buon grano: usata dalle donne more per difendersi dalle bionde)
frumento, arcaicamente anche tritico, è un genere della famiglia graminacee.

granturco (bot.) = granón, mæga (sf); // spîgo do granón (pannocchia o spiga); barba do g. (chioma o ciuffo, quelle fila che son attorno alla pannocchia)
mais; sorta di frumento che fa grosse pannocchie, con grani assai grossi di color giallo, dalla cui farina gialla si fa polenta e talvolta pane

grappolo (bot.) = ràppo; // rapùsso (g.senza acini, graspo); rapoâgio (g.con pochi e radi acini, raspollo)
graspo (bot.) = rapùsso
grappolo dell'uva senza acini

graticcio (attr.) = græ, gréisio (cont)
solaio di bastoncelli intessuti o di stecche, dove si mettono a seccare le castagne

graticola = grixélla, graixélla; // g. da moneghe (grata da monache)
piccola grata, cioè sottile e fitta

grattalingua (bot.) =
vedi terracrepolo

grattugia (attr.) = gratænn-a, grataìnn-a, gràtoa
grattugiare (v.) = gratâ
grecale = gregâ
vento: se spira tra nord-est ed est si dice "greco-levante", se tra nord-est e nord si dice "greco-tramontana"

grembiule = scösâ
scösalìn (grembiulino)

greppia (attr.) = gréupia
vedi mangiatoia

greppo (ter.) = lìggia, brìcco
luogo selvaggio, dirupato e scosceso

grespino =
vedi cicerbita

grezzo = sgréuzzo
grillo (anim.) = grìllo
grìllo cantadô (grillo canterino). Prov. Avéi o g. pe-a câsetta (Essere di buon umore); Avéi di g. pe-a testa (Aver delle fantasie); Formaggio co-i g. (Formaggio bacato, coi vermi); Schittâ comme un g. (Saltarellare)

gromma = râxa
incrostazione lasciata dal vino sulle pareti interne delle botti

gru (anim.) = gru; // mancìnn-a (elevatore di pesi)
sorta d'uccello grosso dal collo lungo, che vola molto alto, il corpo è grigio; dorme reggendosi su una sola gamba. Di passaggio in aprile e ottobre

gruma =
vedi gromma

guaime (bot.) = goéime, gùmme
il fieno di secondo taglio (o fen de segondo tàggio)

gufo (anim.) = dûgo (g.reale); òuco (g.selvatico)
vedi gufo reale

gufo comune (anim.) = tésta de gàtto
Strix otus, ha due ciuffetti di penne sulla testa, emigra in settembre, ritorna in maggio

gufo reale (anim.) = dûgo
Strix bubo (Bubo bubo), è un uccello rapace, è la specie di gufo più grande con un'apertura alare da 1,60 fino a 2.5 metri, il suo verso si sente di notte; è presente in Italia tranne che in Sardegna e Sicilia

gufo selvatico (anim.) = òuco; g. da tésta gròssa (g.di palude)
Strix aluco, o allocco, ha occhi neri, il suo colore può sembrare la corteccia di un albero; è diffuso in tutta Italia tranne in Sardegna

guscio = scòrsa (di castagne, melagrana, ecc.); sgùscia (sf) (di noci, nocciole, mandorle, pistacchi, ecc.); téiga (di piselli, fave, fagioli, ecc.)
 Legenda
   
cont termine contadino
f femminile
it italianismo
m maschile
pp participio passato
pl plurale
pop voce del popolo
sf sostantivo femminile
sm sostantivo maschile
ze genovesismo
 Categorie:
bot botanica
attr attrezzi
anim animali
ter territorio
v verbi
prov proverbi


Funge


< Torna alla Ricerca

HOMEPAGE     CULTURA e TRADIZIONI     GUESTBOOK

Tutti i diritti riservati - PAOLINO 2019