PAOLINO
Dizionario Genovese Agricolo contadino
Diçionâio Zeneize Agricolo contadìn


Risultato ricerca: (Tutto)

=
abete (bot.) = abêto; bexo
abete rosso o albero di Natale (Picea excelsa), abete bianco o abezzo (Abies pectinata)

acacia (bot.) = acàccia
genere di piante della famiglia delle Mimosaceae (o Fabaceae), ci sono circa 1300 specie di acacia al mondo. Col termine acacia ci si riferisce alla specie Robinia pseudoacacia, originaria dell'America del Nord, alta fino a 25 metri, i giovani rami sono spinosi con fiori bianchi profumati. Vedere anche gaggìa


accetta (attr.) = ascétta
piccola scure da adoperarsi con una mano sola, adoperato dai legnaioli nel taglio della legna e dai bottai; piccozzino

acerbo = bozzo, brozzo
di frutto

acero campestre (bot.) = éubio
chiamato volg. obbio.
Acero (Axero in dialetto locale) è una frazione di 30 abitanti del comune di Borzonasca, in Valle Sturla, a circa 800 metri slm.

acetosa (bot.) = agrétta, rumixa (Mele), rusma (Masone), sarinella (Acero)
Rumex acetosa o erba brusca è una pianta erbacea, perenne, provvista di una grossa radice, dalla quale, in primavera, si sviluppa un fusto eretto, poco ramificato di colore rossastro, può raggiungere l'altezza di un metro

acetosella (bot.) = agrétta
erba infestante delle Ossalidacee, con foglie acidule, usata per il ripieno dei pansoti; comunemente chiamato trifoglio

acini = axinélle
vedi acino

acino d'uva (bot.) = axinélla; pl. axinélle
aconito (bot.) = àntoa
Aconitum anthora o àntora, pianta erbacea delle Ranunculaceae, può raggiungere il metro d'altezza, presenta fiori giallastri e foglie di un odore disgustoso se stropicciate. Cresce nei luoghi montani e freddi, nelle Alpi, in Liguria sul monte Antola e dintorni; è molto velenosa


acqua (ter.) = ægoa
acqua stagnante (ter.) = ægoa coâ
acquaio (ter.) = bêo
solco per l’irrigazione dei campi; canale di deviazione dell'aqcua

agave (bot.) = èrba spâ
Agave americana, pianta succulenta; trasportata dall'America nel 1561, nasce spontanea in Liguria lungo il mare.
Col nome èrba spâ da noi si chiamano impropriamente altre piante che hanno foglia a forma di spada

aglio (bot.) = àggio
agnello (anim.) =
piccolo della pecora fino a 1 anno d'età

agricoltore = agricoltô
agricoltura = agricoltûa
agrifoglio (bot.) = agriféuggio
ailanto (bot.) = èrbo da spussa
airone (anim.) = airón, perdigiórni
Ardea major, uccello

albarola (bot.) = ûga gianchétta
uva albarola, vitigno a bacca bianca molto diffuso in Liguria nella zona delle Cinque Terre e in Toscana. Presenta molte affinità con la Bianchetta Genovese, vitigno autoctone ligure, si pensa che si tratti della stessa uva chiamata con due nomi diversi, tesi supportata anche da analisi di laboratorio

albatra (bot.) = armón (Ge), armòtto (Tigullio)
frutto del corbezzolo, vedere corbezzolo

albera (bot.) = àrboa
vedi pioppo

alberellino (bot.) = erboettìn
dimin. di alberello

alberello (bot.) = erboètto
piccolo albero; forma di allevamento della vite senza l'ausilio di sostegni; pioppo bianco; // vasetto, barattolo

albero (bot.) = èrbo; èrbo alupòu (a. fradicio dall'umidità); èrbo de Giùdda (a. di Giuda, Cercis siliquastrum); // remondâ 'n èrbo (tagliare i rami inutili e secchi)
prov. Da l'èrbo se conosce i frûti (Gli asini si conoscono dalla sella); Pe 'n corpo no cazze 'n èrbo (Per un colpo non cade un a.)

albicocca (bot.) = bricòcalo (sm), armognìn (sm)
frutto dell'albicocco; varietà tipica ligure è la Valleggia (località in prov. di Savona), frutto dalla polpa soda e dolce, buccia di colore arancio, sottile e liscia, con puntinature rosso mattone

albicocco (bot.) = bricòcalo, èrbo de bricòcali
Prunus armeniaca, albero da frutto, noto anche come armellino nei dialetti veneti, pianta originaria della Cina, famiglia delle Rosaceae

albio per maiali (attr.) = àrgio
vaso dentro cui si mette il mangiare e il bere per i maiali; anche trogolo, vasca

allevatore (ter.) = alevatô
allocco (anim.) = òuco, öco
Strix aluco, uccello rapace della famiglia degli Strigidi

allodola (anim.) = grivêa, lödoa, lödoìnn-a
uccello

alloro (bot.) = öféuggio, ouféuggio; baxapræve (lauro spinoso)
pianta aromatica e officinale appartenente alla famiglia Lauraceae; usato per il mal di stomaco come tisana

aloe (bot.) = aloè
pianta succulenta

alveare = bóggio
cassetta delle api

amarasco =
vedi marasco

amarella =
vedi partenio

amarena (bot.) = amarêna, çêxa amaêna
(Prunus cerasus) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosacee e al genere Prunus. Ciliegia piccola d'un rosso vivo e dal gusto amarognolo, indicata per conserve, gelati e sciroppi

anacardo (bot.) = acaxó
ananas (bot.) = ananàsso, ananàs
anguria (bot.) = patêca
anice (bot.) = ànexi
animale = béstia, animâ
annaffiare (v.) = dâ da béive
i fiori, ecc.

annaffiatoio (attr.) = stagnón, rigadêa, giardinêa
pigna = cipolla coi buchi, posta sulla canna dell'annaffiatoio, per bagnare a pioggia


annafiatoio = parola sbagliata!
vedi annaffiatoio

annuvolarsi = accabanâse
abbuiarsi (si dice del tempo che minaccia tempesta); dalla parola cabànna, nel senso che il cielo nasconde tutto, come in una capanna. Accabanòu = abbuiato, cielo coperto

antemisia (bot.) =
vedi camomilla dei tintori

antora (bot.) = àntoa
vedi aconito

ape (anim.) = âva, âvia; pl. âve
animaletto volatile che fa il miele e la cera. Bóggio è l'alveare.

appassire (v.) = apasî, inpasî
appassito = pàsso
appollaiare =
vedi appollaiarsi

appollaiarsi (v.) = anâ a vêzo
l'andare che fanno i polli a dormire

arachide (bot.) = pistàccio
chiamata anche nocciolina americana o spagnoletta. (pistacchio = festécco)

arancia (bot.) = çetrón; pl. çetroìn
arancia amara o melangola (margaitìn), arancio di Portogallo (portogâ); spicchio d'arancia = gælo de çetrón

arancio (bot.) = çetrón
vedi arancia

arare (v.) = arâ
aratro (attr.) = arâtro, aò
arbusto (bot.) = arbùsto
pianta legnosa con ramificazioni che partono fin dalla base, denominata anche frutice

arbusto spinoso (bot.) = spinón
arcile (attr.) = bancâ
cassa grossa dove i contadini ripongono castagne, fichi secchi, patate, farina

arginare (v.) = arginâ
fare argini

arginatura = arginatûa
formazione degli argini (termine idraulico)

argine (ter.) = àrgine
rialto e elevazione di terra fatta sopra le rive dei fiumi. (vedere "rialto")

aria = âia
aria asciutta = sciughêa
stato dell'atmosfera che asciuga, spirando la tramontana o altro vento asciutto

ariete (anim.) = aèo, montón
montone (pecora maschio)

arietta = aiétta
venticello, brezzolina

aro (bot.) = téuscego, èrba danâ, èrba bìscia, luggea, oêgia d'âze
gigaro chiaro (nome scientifico Arum italicum) piccola pianta erbacea dei sottoboschi appartenente alla famiglia delle Araceae, alta 4-10 cm. molto tossica. Dettagli

artemisia (bot.) = santonìnn-a
pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae

asino (anim.) = âze; pl. âxi
asparago (bot.) = spægo, sparago (it), spaighèa (Leivi), spàrgio (Sp); pl. spæghi
pianta erbacea delle Gigliacee, di cui si mangiano i getti

assenzio (bot.) = mêgo
Artemisia absinthium, pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae, pianta medicinale, perenne, alta fino a 1,5 m.

avena (bot.) = biâva, avénn-a
bacca (bot.) = bàlla
frutto di bosco

baccello (bot.) = téiga
frutto delle Leguminose contenente i semi

bacìo (ter.) = lùvego
bacìo, non raggiunto dai raggi del sole, esposto a tramontana (opposto di solatìo, soleggiato). Vedere anche uggioso

baco da seta (anim.) = cochétto
baco delle castagne (anim.) = zânéllo
verme che rode le castagne; anche della farina e altre cose

badile (attr.) = boéi, badî
pala di ferro con lungo manico di legno, per cavare la terra

badile /2 (attr.) = bidàn
Badile, scalpello grosso e tagliato obliquamente (augnato) ad uso d'incavare il legno che si vuol calettare

bagolaro (bot.) = fralêgoa, èrbo de foetti
detto anche spaccasassi, arcidiavolo, fraggiracolo, frassignuolo, giracolo, loto ciriegio, fava greca. Celtis australis, albero di prima grandezza, con foglie ruvide e appuntite. Nasce nei luoghi montuosi, dove affonda le sue radici anche fra gli strati e fessure di pietre e massi. Produce piccoli frutti a guisa di ciriegie, ma con poca polpa. Il legno è tenacissimo e i rami pieghevoli e resistenti; si usa per cerchi da caratelli, racchette da gioco e altro.

balsamina (bot.) = belliòmmi, belòmmo, beiomi
Impatiens balsamina, detta anche begliuomini o lisetta, pianta erbacea annuale, può raggiungere un'altezza di 50 cm e la sua fioritura avviene da luglio a settembre

balza (ter.) = brìcco
luogo selvaggio, dirupo

banana (bot.) = banànna
barattolo (attr.) = arbanèlla, brunîa, tarétto
barba di becco (bot.) = barbabécco, barba de becu (Sarzana)
Tragopogon porrifolium, barba di becco, famiglia delle Asteraceae, pianta erbacea dai fiori gialli; nomi comuni: Salsefrica, Baciapreti, Scorzabianca

barbabietola (bot.) = giærâva
barbagianni (anim.) = òuco giànco, barbanèlla
allocco bianco (strix flammea), ha il becco bianco-gialliccio; spesso grida nella notte, ha una voce fioca e debole simile a un uomo che russa forte

barbatella (bot.) = botûa, fèrla
talea; è una piccola pianta di vite, generata da una porzione di tralcio della pianta madre generalmente con una lunghezza di circa 25-30 cm e con spessore che varia dai 6-14 mm

barbatella /2 (bot.) = reigûa
ramoscello di vite, il quale si conficca nella terra curvandolo e piegandolo dalla pianta madre, per reciderlo e trapiantarlo una volta radicato

basilico (bot.) = baxaicò, baxeicò
pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, normalmente coltivata come pianta aromatica. In Liguria, è utilizzata per fare il pesto, una salsa usata per condire la pasta (trenette, trofie, gnocchi, corzetti, lasagne, ecc.)

battifalce (attr.) = martelêa, màrcia
piccola incudine usata per affilare la falce: veniva infissa al suolo o su un ceppo, si batteva con un martello il "filo" della lama della falce sul bordo dell’incudine per assottigliarla, poi si affilava con la cote; i "riccioli" laterali servivano affinché non sprofondasse nel terreno


beccaccia (anim.) = becàssa
uccello dal becco lungo sottile e diritto, che sta solitamente negli acquitrini, simile alla starna

beccaccia di mare (anim.) = òstregànte
beccaccino (anim.) = becasìn
uccello di palude, minore della beccaccia. Ce ne sono di più specie: b. comûne (b. reale o pizzardella), b. da côa làrga (b. a coda larga), b. mazéngo (b. maggiore), b. sordo (b. sordo, il più piccolo del genere)

beccastrino (attr.) = sapón
zappa lunga e stretta per cavare sassi

Parole tradotte: 1393
Pagina attuale: 0
Pagina prima: 0
Pagina dopo: 100
precedenti 100 parole
<
prossime 100 parole
>
ultime  parole  
  >>

< Torna alla Ricerca

HOMEPAGE     CULTURA e TRADIZIONI     GUESTBOOK

Tutti i diritti riservati - PAOLINO 2019-2021