PAOLINO
Dizionario Genovese Agricolo contadino
Diçionâio Zeneize Agricolo contadìn


Risultato ricerca:
86 parole tradotte che iniziano con v

vacca (anim.) = vàcca
prov. Parlâ latin comme 'na vàcca spagnòlla (Parlare latino come una vacca spagnola: paradosso); Mangiâ o vitéllo inta pansa da vàcca (Mangiare il vitello nella pancia della vacca: mangiarsi il guadagno prima di aver finito il lavoro)

vacca sterile = tùrcia (cont)
termine presente nel Dizionari genovese Frisoni; invece secondo Hugo Plomteux, in val Graveglia il termine è riferito a bovini, pecore e capre

vagliare (v.) = çernegiâ, crivelâ
passare al vaglio il grano

vaglio (attr.) = çernéggio, crivéllo
largo setaccio con fondo bucherellato, per separare manualmente grano o biade da cattive semenze o altro


valeriana (bot.) = valeriànn-a, valeriâna
erba medicinale, la cui essenza è usata come antispasmodico

valerianella =
vedi songino

vallata (ter.) = valàdda, valâ
valle (ter.) = vàlle
valletta (ter.) = canâ, fosòu
vallo =
vedi spulatoio

vanga (attr.) = vànga
vangare (v.) = vangâ
lavorare la terra con la vanga

varietà = varietæ
vario = vàrio; pl.m. vàrri
vasellame (attr.) = teràggia
vasi di terra cotta per uso di tavola, di cucina e simili

vaso (attr.) = vâzo
vaso da notte (attr.) = vâzo da néutte, oînâ, loînâ, catùccio
quando nelle case il bagno non c'era o era situato all'esterno, i nostri nonni si servivano di questo comodissimo oggetto per evitare di dover uscire fuori nell'orto, nel freddo della notte


veccia (bot.) = véssa
Vicia sativa, famiglia delle Fabaceae, specie di legume, il suo seme è eccellente per ingrassare i piccioni

vegetale = vegetâle
vegetare (v.) = vegetâ
di organismo vegetale, svolgere le proprie funzioni essenziali, vivere, crescere

vegetazione (ter.) = vegetaçión
vendemmia = vendégna
raccolta dell'uva

vendemmiare (v.) = vendegnâ
raccogliere l'uva all'epoca della sua maturazione

ventilabro (attr.) = vàllo
macchinario per eliminare impurità dal grano (la pula). Vedere anche spulatoio

vento (ter.) = vénto
verace = viâxo, vertadêo
verbasco (bot.) = tàssobarbàsso
Verbascum, famiglia delle Scrophulariaceae; la pianta era usata come stoppino per le lucerne fin da tempi antichissimi

verbena (bot.) = èrba minsæa
Verbena officinalis (erba colombina, verminaca), erba perenne, nasce lungo le strade, intorno alle siepi e nei luoghi incolti, fiorisce in estate;

verbena odorosa (bot.) = èrba loîza
vedi erba luisa

verde = vèrde
verderame = verderàmme
nome volgare dell'ossido di rame. Si intende genericamente un anticrittogamico (fungicida) a base di rame, come ad esempio la poltiglia bordolese

verdura = verdûa; pl. verdûe
verme (anim.) = vèrme
veronica (bot.) = verònica
Veronica speciosa, pianta perenne

verza (bot.) = cöo lonbàrdo
Brassica oleracea var. sabauda, è una varietà simile al cavolo cappuccio, ma a differenza di questo presenta foglie grinzose, increspate e con nervature prominenti; chiamata anche cavolo lombardo o di Milano

vescia di lupo (bot.) = véscia de lô, tésta de mòrto
fungo

vespa (anim.) = vèspa
insetto appartenente all'ordine degli imenotteri

vespaio = vespâ
nido di vespe

vigile = cantonê
guardia municipale: quelle persone che dal municipio sono preposte a sorvegliare che le vie della città siano sgombre e pulite, il traffico ed altro

vigna (bot.) = vìgna, vîte
prov. Chi veu avéi do mosto, sàppe a vìgna d'agósto (Chi vuol avere del mosto, zappi la vigna d'agosto)

villano (ter.) = vilàn
uomo della villa, lavoratore di terra; contadino, campagnolo, villico; zotico, incivile; prov. Atto de man, træto de vilàn (Gioco di mano, gioco da villano; utilizzare maniere forti, essere maleducato)

vilucchio (bot.) = canpanélla
vedi campanella

vimine (bot.) = gorìn
ramo del Salix viminalis. Intrecciato, è impiegato per la produzione di vari oggetti di uso comune, tra cui cesti e sedie. Tradizionalmente viene impiegato per la legatura dei tralci di vite

vinaccia = rapùsso
quello che resta dopo la torchiatura dell’uva (graspi con bucce e vinaccioli)

vinaccio = cancarón, vìn gràmmo
vedi vino cattivo

vinacciolo = granétta de l’ûga
il seme dell'acino d'uva

vinetto = torçéuia
vino ricavato dalla vinaccia torchiata

vino = vìn, catràn (voce furbesca), scàbio (voce del gergo)
muâ o vìn (tramutare, travasare il v.); no béive de vìn (essere astemio)

vino annacquato = vìn batezòu, vìn tenpiòu
lett. vino battezzato; allungato con acqua

vino asprigno = vìn asprétto
vino bianco = vìn giànco
vino brusco = vìn brùsco
di sapore che tende all'aspro, ma non dispiacevole al gusto

vino casalingo = vìn a ûzo de famìggia
vino di poco pregio

vino cattivo = cancarón, gràmmo, goàsto, mìscio, vin bon da lavâse e ganbe
vino di nessun gusto o sapore

vino che dà alla testa = vìn chi dà a-a tésta
vino che ha preso il fortore = vìn chi à pigiòu o fortô
che ha cominciato a rinforzare; il diz. Casaccia traduce "che ha pigliato il fuoco"

vino che si lascia bere = vìn chi se làscia béive
anche i francesi dicono C'est du vin qui se laisse boire

vino chiaretto = vìn pernixòu
dicesi anche vino di mezzo colore

vino da pasto = vìn da pastezâ, vìn de töa
vino da usarsi a pasto

vino dolce = vìn dôçe
vino fiorito = vìn co-e cànie
quel vino che essendo in fondo alla botte, comincia ad avere il fiore. Dicesi Fiore quella specie di muffa bianca che genera il vino alla fine della botte o nei vasi non pieni, specialm. se è leggero

vino frizzante = vìn co-o pesîgo, vìn co-o raspànte
anche vino piccante

vino fumoso = vìn chi fùmma
il vino fumoso è anche spumante

vino giovane = vìn zóveno/zoêno
vino moscatello = vìn moscatéllo
vino nero = vìn néigro
vino puro = vìn sccétto, pûo
vino rosso = vìn néigro
vino spumante = vìn chi scciùmma
vino tagliato = vìn scciapòu
vino vecchio = vìn vêgio
viola (bot.) =
vedi viola del pensiero

viola del pensiero (bot.) = penscêo
viola gialla (bot.) = baichèlla
Viola biflora, pianta appartenente alla famiglia delle Violaceae

viola mammola (bot.) = viovétta
violacciocca (bot.) = bàico (m)
violaciocca (bot.) =
vedi violacciocca

viottolo =
vedi crêuza

vipera (anim.) = vìpera, lìpoa, vìpoa
rettile

vischio (bot.) = vìsco
(Viscum album) pianta sempreverde con fiori gialli luminosi e con frutti costituiti da bacche sferiche con un interno gelatinoso, colloso e dolciastro. Venivano chiamati cacciatori da visco (caciòu da vìsco), coloro che che per attirare gli uccellini utilizzavano i frutti del vischio, schiacciandoli con le mani per ottenere un miscuglio appiccicoso e dolciastro, spalmato poi sui rami e le foglie, dove accorrevano golosi gli uccellini

visciola (bot.) = ìscioa
tipo di ciliegia acida

vitalba (bot.) = sciàrboa, liàssa, viàssi, viàsoa, riassâ, viàrboa (Mele), ligàsso, viasèrno (Caminata di Ne)
Clematis vitalba, pianta arbustiva delle Ranunculaceae, infestante


vitello (anim.) = vitéllo
bovino maschio di età inferiore ai 12 mesi. V. da læte (v. da latte, animale maschio o femmina di 6-7 mesi di età alimentato quasi esclusivamente con latte)

viuzza (ter.) = crêuza
traversa: quella strada fuori di città, che traversando dalla strada principale mena per le ville; strada tra muri che delimitano poderi

vivaio (attr.) = pascionêa
terreno dove vengono seminate le piante, che raggiunta una certa grandezza, in seguito verranno trapiantate altrove

volpe (anim.) = vórpe, órpe
 Legenda
   
cont termine contadino
f femminile
it italianismo
m maschile
pp participio passato
pl plurale
pop voce del popolo
sf sostantivo femminile
sm sostantivo maschile
ze genovesismo
 Categorie:
bot botanica
attr attrezzi
anim animali
ter territorio
v verbi
prov proverbi


Funge


< Torna alla Ricerca

HOMEPAGE     CULTURA e TRADIZIONI     GUESTBOOK

Tutti i diritti riservati - PAOLINO 2019