PAOLINO
Dizionario Genovese Agricolo contadino
Diçionâio Zeneize Agricolo contadìn


Risultato ricerca:
95 parole tradotte nella categoria Verbi (v)

annaffiare (v.) = dâ da béive
i fiori, ecc.

appassire (v.) = apasî, inpasî
appollaiarsi (v.) = anâ a vêzo
l'andare che fanno i polli a dormire

arare (v.) = arâ
arginare (v.) = arginâ
fare argini

bonificare (v.) = bonificâ
risanare terreni paludosi per renderli produttivi, prosciugare

bruciare (v.) = bruxâ
cavare (v.) = cavâ
fare un buco nella terra; cavare le patate

chiocciare (v.) = ciossâ
riferito alle galline, emettere il verso caratteristico del periodo in cui sono chiocce

coltivare (v.) = coltivâ
Curare un terreno o una pianta con il lavoro, la concimazione e altri mezzi opportuni a renderli capaci di dar frutto; coltivâ a tæra, coltivâ 'n canpo

covare (v.) = coâ, covâ
covare le uova (coâ e êuve)

diserbare (v.) = levâ i èrbe inùtili, scerbâ (cont)
arroncare, svellere le radici delle erbe cattive

falciare (v.) = segâ
segare l'erba con la falce fienaia

fendere (v.) = scciapâ
dividere per il lungo

fertilizzare (v.) = fertilizâ
rendere fertile un terreno agrario mediante concimazioni; concimare

fiorire (v.) = scioî, fiorî; // fiorîo (pp)
fiorito (v.) = scioîo, fiorîo
foraggiare (v.) = foragiâ
Rifornire gli animali di foraggio

frustare (v.) = frustâ
frustata (v.) = frustâ; scoriatâ (colpo di falce fienaia)
fumare (v.) = fumâ
O camin o fùmma (Il camino fuma)

gelare (v.) = zeâ, ziâ, giasâ, agiasâ
germogliare (v.) = butâ, brotî
ghiacciare (v.) = giasâ; // giasâse (ghiacciarsi); giasòu (ghiacciato)
grattugiare (v.) = gratâ
imbottigliare (v.) = inbotigiâ
impagliare (v.) = inpagiâ
impalare (v.) = inpalâ
sostenere con pali (i. la vigna); mettere nella pala

incassare (v.) = incasciâ
i. dinæ (i. soldi); i. a giorno (stringere una pietra in castone, incastonare)

inchiodare (v.) = incioâ, inciödâ
infangarsi (v.) = infangâse
bràtta (fango)

infarinare (v.) = infainâ; // infainâse (infarinarsi); pp infainòu (infarinato)
innaffiare (v.) = dâ da béive
i fiori, ecc.

innestare (v.) = inseî
L'innesto è una pratica agronomica per la moltiplicazione agamica delle piante realizzata con la fusione anatomo-fisiologica di due individui differenti, detti rispettivamente portinnesto (pianta) e nesto (rametto di altra pianta)

inondare (v.) = inondâ; // pp inondòu (inondato)
intrecciare (v.) = intresâ
invasare (v.) = invazâ
mettere in vaso, piantare dentro un vaso una pianta

inzaccherare (v.) = inciastrâ, inbratâ, inbernisâ
inzuppare (v.) = insupâ, asupâ; // asupòu (inzuppato, bagnato fradicio)
irrigare (v.) = irigâ, dâ de l’ægoa
legare (v.) = ligâ
marcire (v.) = marçî
diventare marcio, detto di materia organica che si decompone: frutti che marciscono perché nessuno li mangia; cavoli, pomodori lasciati marcire sul terreno; strati di foglie che marciscono nell'umidità del bosco

margottare (v.) = margottâ
Riprodurre una pianta creando una margotta: margottare un ramo; margottare una pianta di rose.

maturare (v.) = maturâ, meuiâ
misurare (v.) = mezuâ
mondare (v.) = mondâ
levare la buccia, il torsolo e le parti guaste o superflue; mondâ 'na méia (Sbucciare una mela)
Vedere anche sbucciare

montare (v.) = montâ; // d'in çimma a-a montâ (dalla cima della salita)
montâ a cavàllo (m. a cavallo)

muggire (v.) = bruzî, sbruzî
mungere (v.) = aleitâ, alaitâ
aleitacogge (letteralm. mungiballe, ossia spaccacoglioni, seccatore)

nevicare (v.) = neiâ, nevâ; // neiòu, nevòu (nevicato)
nitrire (v.) = nitrî
verso del cavallo

odorare (v.) = ödoâ
annasare, fiutare (naixâ)

pascolare (v.) = pascolâ, schêuve
pelare (v.) = peâ, piâ, pelâ
peâ e castagne (Sbucciare le castagne); spiumare, spennare i volatili. Nella zona di Borzonasca, le castagne pelate vengono dette pelâe

pestare (v.) = pestâ; // p. l'ûga (pigiare l'uva); p. e castàgne (battere le castagne: mondare dalla scorza e dalla pellicina [lùggio] le castagne secche battendole sopra un ceppo dentro un sacco)
piallare (v.) = ciunâ
spianare e lisciare il legno

piantare (v.) = ciantâ, aciantâ
piovere (v.) = cêuve; // cêuve a derûo (piovere a scroscio)
prov. Quando o çê o l'é fæto a pan, se no cêuve ancheu cêuve domàn (Quando il cielo è fatto a pani, se non piove oggi piove domani); Se no cêuve de màrso, no gh'é ne fen ne âtro (Se non piove a marzo, non c'è né fieno né altro); Arvî, ciuì ciuì (Aprile, piovere piovere; tradizionalmente mese piovoso); Pòrtofin scûo, cêuve segûo (Portofino scuro, piove sicuro)

piovigginare (v.) = bæxinâ, baixinâ, sproînâ, sprinâ; // bæxìnn-a (pioviggina)
piovere leggermente, a goccioline minute e rade

potare (v.) = poâ, remondâ
tagliare parte di rami o radici di una pianta per favorirne la crescita o darle la forma desiderata

profumare (v.) = profumâ; // profumòu (profumato)
puzzare (v.) = spusâ
Spusâ de bestìn (Puzzare di bestia, puzzolente); Spusâ de chintànn-a (Puz.di fogna); Spusâ o sciòu (Puzzare il fiato, aver cattivo alito)

raccogliere (v.) = arechéugge, rachéugge, reghéugge
prov. Chi no seménn-a, no arechéugge (Chi non semina, non raccoglie)

radicare (v.) = areixâ
mettere radici

ragliare (v.) = ragnâ
ragliare dell'asino, miagolare del gatto, piangere dei bimbi

rastrellare (v.) = rastelâ
roncolata (v.) = penacâ
ruminare (v.) = rumegâ, rumâ
sbocciare (v.) = arvîse, butâ
Il diz. Frisoni riporta anche sccioî col significato di sbocciare dei fiori, oltre che di schiudere, nascere di animali ovipari

sbucciare (v.) = mondâ, levâ a scòrsa; peâ (castagne)
Mondâ 'na méia (Sbucciare una mela); Peâ e castàgne (Sbucciare, pelare le castagne)

scavare (v.) = scavâ
scavo (v.) = scâvo
scopare (v.) = spasâ
seccare (v.) = secâ, asecâ, disecâ
rendere secco

segare (v.) = segâ
segare l'erba con la falce fienaia

sellare (v.) = selâ, inselâ
mettere la sella al cavallo, bardarlo

seminare (v.) = semenâ
setacciare (v.) = siasâ, seasâ
sfiorire (v.) = pèrde a sciô
sgelare (v.) = desgiasâ, dezeâ, derzeâ
sgranare (v.) = desgranâ, destegâ
sgusciare (v.) = desgusciâ, sgusciâ
cavare dal guscio

slegare (v.) = desligâ, sligâ
solcare (v.) = sorcâ
far solchi nella terra

spaccare (v.) = scciapâ
spaccare per il lungo la legna con la picozza

spigolare (v.) = spigoâ
raccogliere le spighe nei campi

spulare (v.) = valâ
levare la pula (scarto della trebbiatura dei cereali)

trapiantare (v.) = trapiantâ
travasare (v.) = travazâ
vagliare (v.) = çernegiâ, crivelâ
passare al vaglio il grano

vangare (v.) = vangâ
lavorare la terra con la vanga

vegetare (v.) = vegetâ
di organismo vegetale, svolgere le proprie funzioni essenziali, vivere, crescere

vendemmiare (v.) = vendegnâ
raccogliere l'uva all'epoca della sua maturazione

zappare (v.) = sapâ
zappata (v.) = sapâ
colpo di zappa


 Manca qualcosa? Scrivimi!

< Torna alla Ricerca Torna Su ^

HOMEPAGE     CULTURA e TRADIZIONI     GUESTBOOK

Tutti i diritti riservati - PAOLINO 2019-2021